Terremoto, Curcio e Legnini a Fossa per valutazioni tecniche -2-

Red/Gca

Roma, 20 lug. (askanews) - "Gli strumenti informatici che sono stati utilizzati negli anni - ha dichiarato Curcio - dagli Uffici speciali per la ricostruzione hanno funzionato in maniera molto efficace. Oggi siamo qui a discuterne per capire come possono essere utilizzati non solo dall'ufficio del Commissario Legnini ma come si possano uniformare per poterle utilizzare su tutto il territorio nazionale ogni qual volta sia necessario lavorare su una ricostruzione conseguente ad un terremoto distruttivo. Parliamo di processi di ricostruzione, di smistamento delle macerie, di istruttorie per il finanziamento dei lavori e tanto altro. Ne parliamo qui sul territorio dove tutti i processi devono essere portati avanti alla luce del sole» Ha aggiunto poi il Commissario Giovanni Legnini: "Oggi abbiamo segnato un'altra tappa nel percorso di avvicinamento tra le esperienze del cratere 2009 e quella del 2016. E' un obiettivo che accomuna le due governance e che oggi ha riguardato il tema importante delle piattaforme informatiche , con la valutazione di quelle adottate con l'importante lavoro da parte di chi , sul territorio e a livello centrale, sta lavorando sul sisma 2009 . A partire da questa preziosa esperienza, lavoriamo per poter adattare le piattaforme realizzate al sisma 2016. La differenza della normativa è notevole ed è forse lo scoglio più grande da superare ma lo faremo con il supporto della struttura di Palazzo Chigi dedicata all'innovazione digitale . Lo scenario entro il quale ci stiamo muovendo , con Fabrizio Curcio, e' quello di una futura governance centrale unificata delle ricostruzioni post-sisma , a partire dalla creazione di un Dipartimento apposito a Palazzo Chigi, se il Governo e il Parlamento intenderanno promuoverlo Noi intanto andiamo avanti nel processo sia pur graduale di avvicinamento degli obiettivi e strumenti necessari".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio
Visualizza reazioni0