Terremoto di magnitudo 7 nelle Filippine: interi edifici crollati e vittime

terremoto filippine
terremoto filippine

Un terribile terremoto di magnitudo 7 ha colpito le Filippine a Luzon la mattina di mercoledì 27 luglio. Secondo le prime notizie, la scossa ha cusato danni ingenti con interi edifici crollati e anche vittime.

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano ha comunicato che il terremoto è stato registrato alle 2:43, ora italiana, e 8:43 ora locale con l’epicentro situato nel nordest dell’isola filippina di Luzon, nella regione di Cordillera, a circa 13 chilometri verso sud-est della cittadina di Dolores, nella provincia di Abra. L’ipocentro è stato registrato a 20km di profondità ma la scossa si è avvertita anche nella capitale Manila, a più di 400 chilometri di distanza.

I danni del terremoto nelle Fillippine

Il terremoto ha colpito l’isola più popolosa del paese distruggendo interi edifici e daneggiando gravemente i restanti. Si registrano anche vittime e ferite ma i dati ufficiali non sono ancora stati comunicati.

Il membro del Congresso per la provincia di Abra, Ching Bernos ha detto che il terremoto “ha causato danni a molte famiglie e aziende” ed “è stato avvertito anche in varie parti di Luzon”.

Le autorità locali hanno segnalato frane, crolli e blackout elettrici in tutta la provincia di Benquet. Si sono verificate frane a Manabo e Bucloc mentre a Lagangalingan e Abra sono state segnalate varie strutture daneggiate. Le prime foto che ci giugnono dalla zona mostrano diverse persone in strada ed al alcuni edifici con crepe importanti.

Le vittime del terremoto delle Filippine

Al momento il bilancio delle vittime del terremoto è di almeno un morto e diversi feriti. Il National Disaster Risk Reduction and Management Council ha comunicato che la prima vittima è un operaio edile di 25 anni residente nelle provincia di Benquet, rimasto bloccato in un edificio in costruzione crollato al momento della scossa.

Sono stati trovati anche cinque persone rimaste ferite da frane a caduta di massi lungo la strada tra la città di Baguio e Rosario. Il dato è in aggiornamento. L’Istituto filippino di vulcanologia e sismologia ha comunicato ai cittadini di prepararsi ad eventuali scosse di assestamento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli