Terremoto sull'Appennino tosco-emiliano: cosa sappiamo

·2 minuto per la lettura
Terremoto di magnitudo fra 3.8 e 4.2 a Bologna
Terremoto di magnitudo fra 3.8 e 4.2 a Bologna

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.8 è stata registrata sull'Appennino tosco-romagnolo, tra Bologna e Firenze, alle 17.48 di oggi. Come si apprende dai dati diffusi dall'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) di Roma, l'epicentro del sisma è stato registrato a sei chilometri da Firenzuola, in provincia di Firenze, a una profondità di 14 chilometri. La scossa è stata avvertita in diversi comuni a ridosso del confine tosco-romagnolo, come Casola Valsenio (Ravenna), il cui sindaco Giorgio Segrini ha detto all'ANSA: "L'abbiamo sentita distintamente. C'è stato un po' di spavento".

Il terremoto lo hanno sentito anche gli abitanti di Monghidoro (Bologna), che si trova a 7 km da Firenzuola, di Imola, delle zone di Borgo Tossignano, Brisighella, Faenza e Castrocaro.

Come si legge sul post pubblicato su Twitter da Il Mondo dei Terremoti, "un terremoto di magnitudo PRELIMINARE compresa tra 3.8 e 4.2 è avvenuto alle ore 17:48 nella zona/provincia di #Bologna, in Emilia Romagna. Al momento sembra che la scossa in questione sia stata avvertita da poche persone, probabilmente quindi si tratta di una scossa profonda".

Per ora non risultano danni a persone o cose. Il Resto del Carlino riferisce che la scossa è stata descritta come "breve ma forte" ed è stata avvertita distintamente.

VIDEO - Giappone, le terribili immagini del violento terremoto

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli