Terremoto a Foggia: una serie di scosse di moderata intensità colpisce l’area, la stima provvisoria della magnitudo

terremoto sismografo
terremoto sismografo

Tanta paura questa mattina in Puglia, per una scossa di terremoto piuttosto forte che ha fatto vibrare il terreno nella zona di Foggia e che è avvenuta intorno alle ore 11:55.

Stando ai primissimi aggiornamenti dalla zona, il sisma che ha colpito Foggia questa mattina dovrebbe essere stato di un’intensità indicativa fra i e 3 i 4 gradi della Scala Richter. Stando alla scala di riferimento, un terremoto di intensità fino ai 4 gradi può essere considerato “leggero”: quel che è certo è che gli abitanti dell’area avranno sentito muoversi in maniera inquietante il terreno sotto ai loro piedi, senza però (perlomeno questa è la speranza) andare troppo nel panico come sarebbe invece accaduto con una scossa di intensità decisamente maggiore.

Almeno per il momento non si registrano danni a persone o strutture. Si attendono ulteriori informazioni più dettagliate riguardo alla scossa, in arrivo nei prossimi minuti.

Terremoto a Foggia: la stima della magnitudo

Ad essere precisi, le primissime stime dei sismografi rispetto a questo evento tellurico hanno segnalato una magnitudo compresa fra i 3,5 e i 4 gradi della Scala Richter. In attesa di aggiornamenti più puntuali, sempre nell’Adriatico Centrale (quindi non molto distante da Foggia) è già stata registrata una seconda scossa di assestamento, o replica, di intensità 3,2 gradi della scala Richter.

Nella notte un’altra scossa nella zona di Amatrice

Appena una manciata di ore fa, la terra aveva tremato anche in un’altra zona d’Italia, per la precisione in Centro Italia. Il terremoto ha colpito le province di Rieti e L’Aquila. Stando alle informazioni rese note da INGV il movimento tellurico, di 2,4 gradi della Scala Richter (quindi piuttosto lieve) ha colpito soprattutto i comuni più vicini all’epicentro della scossa (avvenuta alle ore 1.31) ovvero Amatrice, Accumoli, Cittareale (Rieti) e Montereale (L’Aquila). Circa una decina di giorni fa, Amatrice aveva celebrato il sesto anniversario dal terribile sisma che nell’agosto del 2016 rase al suolo la cittadina negli appenini laziali.