Terremoto in Grecia, scossa di magnitudo 4.8 al largo di Creta

Terremoto in Grecia a Creta

Trema la terra in Grecia, dove è stata registrato un terremoto di magnitudo 4.8. La scossa, verificatasi intorno all’una della notte tra mercoledì 10 e giovedì 11 luglio, è stata localizzata al largo di Ayia Galini, località situata sull’isola di Creta. Il sisma è stato individuato dagli esperti dell’Usgs, la United States Geological Survey. L’ipocentro del sisma è stato localizzato a poco più di 20 chilometri di profondità. Le onde sismiche si sono propagate fino alle coste della Turchia, dell’Egitto e della Libia. Al momento le autorità greche non hanno diffuso la notizia di danni a persone o cose.

Terremoto in Grecia

Più drammatico il bilancio del terremoto registrato tra la Grecia e l’Albania l’1 giugno. L’epicentro si trovava a poco più di dieci chilometri dalla città greca di Kastoria e una decina da quella albanese di Mborje. Si è trattato, più precisamene, di uno sciame sismico. La scossa di entità maggiore è stata descritta dai sismologi come un fenomeno di magnitudo 5.2 sulla scala Richter. Sono seguite altre scosse minori di magnitudo 4.9 e 4.8. Sono due i feriti e almeno cinque le case danneggiate dalla scossa.

Maltempo, vittime in Grecia

Nelle stesse ore in cui Creta è stata colpita dal sisma, la Grecia piange la morte di sei persone, vittime del maltempo. Si tratta di turisti raggiunti da un tornado nella penisola Calcidica, nell’area settentrionale del Paese. Oltre ai morti, si contano almeno 30 feriti. Sono 140 gli uomini dei Vigili del Fuoco coinvolti nelle operazioni di soccorso. La Protezione civile ha dichiarato lo stato di emergenza e ha lanciato l’allarme per i fortissimi venti e la grandine che si è abbattuta sul Paese.