Terremoto in Iran di magnitudo 5.8: paura al confine con l’Afghanistan

terremoto Iran

Dopo il sisma di magnitudo 5.1 verificatosi a meno di 50 km dalla centrale nucleare di Bushehr, sul Golfo Persico, un nuovo terremoto in Iran è stato registrato nella zona nord-orientale verso le 7 (9.30 ora italiana). Allarme al confine con l’Afghanistan. I media locali riferiscono che la scossa ha avuto una magnitudo di 5.8.

Terremoto in Iran di magnitudo 5.8

Paura in Iran dopo il terremoto nei pressi della centrale nucleare, costruita appositamente per resistere anche alle scosse di maggior intensità. Il terremoto è avvenuto a 38 km di profondità, con epicentro a 44 km a est di Borazjan. Fortunatamente non vi è stata alcuna fuoriuscita di materiale pericoloso e tossico né gravi danni a persone e cose. In quell’occasione il direttore dell’unità di crisi provinciale, Jahangir Dehghani, aveva fatto sapere: “Sulla base della valutazione della Croce Rossa e delle autorità regionali non ci sono ancora notizie di danni. Potremmo avere delle strade bloccate in alcuni punti della montagna a causa dell’intensità del terremoto”.

A poca distanza dalle prime scosse, torna la paura in Iran. A essere colpita è questa volta l’area nord-orientale, al confine con l’Afghanistan. Nonostante si sia trattato di un terremoto di maggior intensità, non si registrano fortunatamente danni materiali né vittime e persone rimaste ferite. Il sisma ha colpito la città di Sangan, con epicentro a una profondità di 8 km. Paura per i 10mila abitanti, che però pare non abbiano riportato nessun danno ingente. A farlo sapere è la televisione locale.