Terremoto a Istanbul, scossa di magnitudo 5.8: crolla un minareto

terremoto istanbul

Violento terremoto a Istanbul. Una scossa di magnitudo 5.8 è stata registrata alle ore 12.59 di giovedì 26 settembre. La popolazione si è riversata in strada. Si apprende dalle autorità turche che il minareto di una moschea è crollato.

Terremoto a Istanbul

La città di Istanbul è stata interessata da due forti scosse di terremoto a breve distanza, nel primo pomeriggio di giovedì 26 settembre. La prima, di entità maggiore, è stata classificata dagli esperti dell’Ingv (l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) come un sisma di magnitudo 5.8. L’epicentro è situato nel Mar di Marmara, a poca distanza dalla metropoli, mentre l’ipocentro si trova a circa 10 chilometri sotto la superficie terrestre. Panico tra i residenti, molti dei quali si sono riversati in strada. Al momento le autorità turche non hanno diffuso la notizia di vittime o feriti.

La seconda scossa

A circa trenta minuti dalla prima scossa, un terremoto di magnitudo 4.1 ha fatto tremare nuovamente la terra nei pressi di Istanbul. Tra i danni più ingenti a carico degli edifici si segnala il crollo di un minareto della moschea di Avcilar, sulla sponda europea della città.

Il precedente

Il 24 settembre, la stessa area era già stata interessata da un sisma di magnitudo 4.7, con ipocentro a poco più di 9 chilometri di profondità. Allarme tra la popolazione, ma non sono stati registrati danni a persone o cose. A marzo, un terremoto di magnitudo 5.8 è stato localizzato a poca distanza dalla città di Acipayam. Quella del Bosforo è una zona ad alto rischio sismico perché attraversata dalla faglia nord-anatolica.