Terremoto a Macerata: la magnitudo e l’epicentro della lieve scossa

sismografo
sismografo

La terra torna a tremare in Italia, questa volta nel Centro. Pochissimi minuti fa i sismografi hanno registrato una scossa, lieve ma percepita chiaramente da parte della popolazione, a Macerata.

In base alle primissime informazioni in nostro possesso, la magnitudo registrata dai sismografi è fra i 2,9 e i 3,4 gradi della scala Richter. Non si registrano per fortuna, almeno per il momento, danni a edifici o persone.

Magnitudo e epicentro della scossa in provincia di Macerata

A pochi minuti dalla scossa iniziano ad emergere dettagli più precisi sul movimento tellurico che ha colpito in mattinata il centro Italia. In base alle informazioni riportate da INGV Terremoti, il sisma ha avuto epicentro a circa 3 km del comune di Visso (in località Borgo San Giovanni). I dati rivisti riportano una magnitudo di 2,8 gradi della scala Richter. Il terremoto per il resto si è prodotto ad una profondità di circa 11 km (10,7 per la precisione, dunque un sisma superficiale). Una scossa, dunque, dopo tutto non particolarmente preoccupante né pericolosa per la popolazione.

Terremoti in Centro Italia: proprio ieri un’altra scossa

Il Centro Italia, e tutta la zona degli Appenini è nota per essere un’area ad alto rischio sismico. Proprio ieri notte, fra il 2 e il 3 settembre, la terra aveva tremato nelle stesse zone colpite nel 2016 dal terribile terremoto che aveva completamente raso al suolo i comuni di Amatrice e Accumoli.

Anche la scossa della scorsa notte, in ogni caso, non è stata particolarmente forte. Il sisma che ha colpito il Centro ha registrato una magnitudo di 2,4 gradi della scala Richter. Leggermente più forte, invece, il terremoto che nella mattinata di ieri ha colpito Foggia: si parla in questo caso di una magnitudo fra i 3,5 e i 4 gradi della scala Richter. Anche in questo caso, ad ogni modo, c’è stata ovviamente solo un po’ di paura per i cittadini, ma nessun danno né feriti o morti.