Terremoto nel Golfo di Salerno: scossa M 3.1 nella notte

terremoto golfo salerno

Il Golfo di Salerno e gli abitanti di tutta la zona circostante si sono svegliati di soprassalto a causa di una scossa di terremoto che proprio questa notte, alle 4.33, è stata rilevata dai sismografi e non solo. Il sisma è stato infatti classificato come intensità media, ma l’estrema superficialità, solo 0,2 km di profondità, ha fatto sì che venisse nettamente avvertito anche dalla popolazione, preoccupata e spaventata.

Terremoto nel Golfo di Salerno

Stando a quanto riferiscono gli esperti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, la scossa ha avuto epicentro in mare, ad una profondità di meno di un chilometro. La scossa è stata rilevata quando erano circa le 4 e mezza di questa notte e stando alle prime informazioni non avrebbe provocato alcun danno. Nonostante sia stata avvertita da tutta la popolazione, le autorità locali non hanno riferito di vittime o feriti. La superficialità della scossa ha fatto sì che le onde sismiche si propagassero anche a molti chilometri di distanza: segnalazioni sono infatti giunte da Agropoli, Eboli, Battipaglia, Pontecagnano e Salerno.

Un’altra scossa

Solo qualche settimana prima, esattamente il 5 novembre, il Golfo era stato colpito da un’altra scossa di terremoto leggermente più intensa. In quel caso, infatti, i sismografi avevano rilevato un sisma di magnitudo 3.4 della scala Richter ad una profondità di 22 chilometri sotto il livello del mare. Anche in quell’occasione la scossa era stata distintamente avvertita dalla popolazione di tutta la fascia costiera, senza però provocare gravi danni.