Terremoto, nuove forti scosse nelle Marche: "Il Governo ci aiuti"

Terremoto, nuova forte scossa nelle Marche (Getty Images)
Terremoto, nuova forte scossa nelle Marche (Getty Images)

Trema ancora la terra nelle Marche. Dopo le scosse che hanno causato danni e paura tra la popolazione, altre due forti scosse sono state avvertite nel corso della giornata. Entrambe hanno avuto epicentro in mare nella stessa zona marchigiana tra la costa pesarese e anconetana.

Le due scosse sono state percepite distintamente anche ad Ancona. In particolare nei piani alti dei palazzi sono state sentite distintamente.

Secondo i primi dati dell'Ingv, la prima scossa, di magnitudo 4, è avvenuta alle 13.35 con epicentro nella costa marchigiana anconetana ad una profondità di 9 chilometri. La seconda si è verificata poco prima delle 19.

VIDEO - Cosa fare in caso di Terremoto? Ecco la guida della Protezione Civile

Il Comune di Ancona ha fatto sapere che venerdì le scuole saranno aperte "ad eccezione di alcuni istituti che resteranno chiusi venerdì 11 e sabato 12 novembre per portare a termine piccoli interventi di messa in sicurezza e ulteriori verifiche".

Il terremoto che ha colpito le Marche ha causato finora milioni di euro di danni. Il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, ha detto: "Abbiamo quantificato in circa 20 milioni di euro i danni al patrimonio pubblico causati dalle scosse. Scriverò al presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e al presidente della Regione, Francesco Acquaroli, per ribadire che la città ha bisogno dei fondi necessari". E intanto lo sciame sismico non si ferma.