Terremoto in provincia di Bergamo, avvertita forte scossa a Milano

·2 minuto per la lettura
milano (Photo: rep)
milano (Photo: rep)

Una scossa di magnitudo tra 4.4 è stata registrata alle 11.34 in provincia di Bergamo, con epicentro a Bonate Sotto. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha stabilito la profondità a 26 chilometri.

Il terremoto è stato avvertito anche a Milano: in diverse zone della città i palazzi hanno tremato con molte persone che sono scese in strada. Sono in corso verifiche da parte della Protezione Civile.

“Sono in contatto con la Protezione Civile, al momento non abbiamo segnalazioni di danni a persone o cose”, scrive su Facebook il presidente della Lombardia Attilio Fontana.

La scossa è stata avvertita distintamente anche in tutta la provincia di Pavia. Così come a Milano, anche a Pavia e nel resto del territorio i palazzi e le case hanno tremato e alcune persone sono scese in strada. Il centralino dei vigili del fuoco è stato subito tempestato di telefonate: sono in corso accertamenti.

La scossa di terremoto si è sentita molto forte anche a Vimercate, in Brianza, dove testimonianze raccontano di lampadari che si sono mossi, specchi traballanti, scaldabagni tremanti e fioriere che si sono spostate di alcuni centimetri. A Treviglio a pochi chilometri dall’epicentro del sisma, gli studenti della scuola superiore Isis Zenale e Butinone sono stati evacuati.

A tremare è stato anche il territorio Lecchese: decine le chiamate ai centralini dei vigili del fuoco di Lecco e dei vari distaccamenti, ma non si registrano danni. Gli studenti delle scuole di Lecco sono stati fatti uscire dagli istituti in via precauzionale come previsto dal protocollo di sicurezza. La preoccupazione maggiore è stata per le famiglie che risiedono ai piani alti dei condomini, mentre a Merate (Lecco) è stato evacuato l’auditorium comunale e a Olgiate Molgora (Lecco) danni a una vecchia cascina, disabitata, in ristrutturazione.

Tanto spavento per la forte scossa di terremoto avvertita distintamente avvertita a Milano e nell’hinterland. “La casa ha iniziato a tremare” racconta Filippo, che si trovava all’interno del suo appartamento al quinto piano di un palazzo di nuova costruzione in zona Paolo Sarpi-Monumentale.

Grosso spavento anche nell’hinterland: Mauro a Bresso ha sentito prima il pavimento tremare per due volte e poi l’edificio che ondeggiava. “Anche le piante sui mobili si sono mosse. Non l’avevo mai avvertito così forte” racconta. Daniela, che abita al terzo piano di una villetta a Gessate, parla di un forte botto, “come se fosse caduta l’asciugatrice fissata alla parete”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli