Terribile violenza sessuale di un figlio nei confronti della madre

·2 minuto per la lettura
Violenza sessuale
Violenza sessuale

In Spagna un ragazzo di 16 anni ha violentato la madre mentre era sotto l’effetto di droghe. Il giovane è stato arrestato ma non ricorda nulla. La terribile violenza è stata scoperta quando la donna ha chiamato la polizia in stato di shock.

GUARDA ANCHE - Lo spot contro la violenza sulle donne con la voce della Vanoni

16enne violenta la madre: la donna sotto shock

La polizia spagnola ha arrestato un ragazzino di 16 anni con la gravissima accusa di aver violentato sua madre durante un’aggressione avvenuta nell’abitazione in cui abitavano, sull’isola di Gran Canaria. Una violenza davvero terribile, per cui la donna è rimasta completamente sotto shock. La brutale aggressione è avvenuta lo scorso martedì ed è stata scoperta proprio perché la donna ha contattato la polizia locale per denunciare di essere stata appena aggredita e stuprata dal figlio minorenne, che abitava con lei. Dopo la telefonata, gli agenti sono immediatamente accorsi sul posto e hanno arrestato il minorenne. Il 16enne è stato rinchiuso per ordine del giudice in una struttura minorile. Si tratta di una misura cautelare che corrisponde al carcere provvisorio per le persone adulte.

16enne violenta la madre: l’udienza

Questo caso di violenza sessuale ha scioccato anche l’opinione pubblica. Nella giornata di ieri è stato discusso in via preliminare davanti al giudice del tribunale di Las Palmas. Durante l’udienza, il giudice ha raccolto una dichiarazione del presunto aggressore, che ha ripetuto quello che aveva già dichiarato agli inquirenti appena avvenuto il fatto, ovvero che non ricorda nulla di quei terribili momenti. Il giovane sembra non ricordare la violenza sessuale ai danni della madre. Ha spiegato di aver scoperto quello che era accaduto solo quando gli agenti glielo hanno spiegato dopo il suo arresto. Il ragazzino, come riportato dall’accusa, avrebbe aggredito e violentato la madre mentre era sotto effetto di droghe. Il giudice, su richiesta della Procura provinciale, ha deciso per la detenzione carceraria in una struttura per minori.

16enne violenta la madre: attivato protocollo anti-suicidio

Il ragazzo di 16 anni avrebbe aggredito e violentato la madre mentre era sotto effetto di droghe. Questo potrebbe essere il motivo per cui non ricorda nulla di quanto accaduto. Viste le circostanze, su richiesta della sezione minori della Procura locale, è stato disposto che per il sedicenne venga immediatamente attivato il protocollo anti-suicidio. Le accuse nei confornti del giovane sono molto gravi e stanno cercando di evitare che possa decidere di commettere qualche terribile gesto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli