Terrorismo: Cirielli, 'sacrifici siano parte memoria e identità nazionale'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 9 mag. (Adnkronos) – “Oggi celebriamo la memoria delle vittime del terrorismo. Una data importante che coincide con un evento che ha segnato profondamente la storia della nostra Nazione: il ritrovamento del corpo di Aldo Moro, rapito e crudelmente assassinato dalle Brigate Rosse. Ma anche il giorno in cui Peppino Impastato è stato barbaramente ammazzato dalla mafia perché si era ribellato sin da giovane al sistema, portando avanti con grande coraggio e caparbietà una costante battaglia contro Cosa Nostra. Il 9 maggio, inoltre, ricorre l’anniversario della beatificazione del giudice Rosario Livatino, grande difensore della legalità̀ e della libertà, efferatamente ucciso dalla 'Stidda' agrigentina a soli 38 anni”. Lo afferma Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d'Italia e questore della Camera.

“Il sacrificio di questi grandi uomini –e dei tanti altri, come anche gli agenti delle Forze dell’Ordine, che, come loro, hanno pagato con la propria vita il gravoso prezzo della nostra libertà– rappresenti una parte indelebile della memoria collettiva e dell’identità nazionale”, conclude Cirielli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli