Terrorismo, fratello Battisti: "Cercano brigatisti che combattevano Stato-mafia, mafiosi a spasso"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"I brigatisti che combattevano lo Stato-mafia sono stati condannati, i mafiosi stanno a spasso. Dopo tanti anni ancora gli danno la caccia. Perché non vanno cercare Saccucci, che sta in Brasile e che lì vive felice e fa il signore? Perché non lo cercano e mai lo hanno cercato?". Lo dice all'Adnkronos Vincenzo Battisti, fratello di Cesare, commentando l'arresto dei sette brigatisti in Francia. Il riferimento che il fratello del membro dei Pac arrestato in Brasile ed estradato in Italia fa è a Sandro Saccucci, militante di Ordine Nuovo, e a Luigi Di Rosa, ucciso a Sezze il 28 maggio 1976.

"Lo Stato c'é o non c'é? - incalza - No, non c'é lo Stato. La politica non c'é, fa come gli pare. Quello è un fascista balordo, a mio fratello hanno rotto le scatole tutta la vita, sono andati a prenderlo fino in Brasile per dargli l'estradizione. Quello sta lì, vive felice e fa il signore, quello nessuno lo cerca né lo ha mai cercato".

di Silvia Mancinelli