Terrorismo: preso nel Casertano complice dell'autore della strage Nizza

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Photo credit should read ANNE-CHRISTINE POUJOULAT/AFP via Getty Images)
Photo credit should read ANNE-CHRISTINE POUJOULAT/AFP via Getty Images)

È stato localizzato a Sparanise, in provincia di Caserta, il complice del responsabile dell'attentato di Nizza del 14 luglio del 2016. Endri Elezi, 28enne di origine albanese, era destinatario di un mandato d'arresto europeo emesso dalle autorità francesi in quanto ritenuto responsabile di aver fornito le armi all'autore della strage, Mohamed Lahouaiej Bouhlel.

Il giovane è stato individuato dagli agenti delle Digos di Napoli e Caserta, coordinati dalla Procura di Napoli, grazie alle informazioni raccolte dall'Antiterrorismo. Elezi Endri era arrivato nel Casertano da non molto tempo e la sua presenza, "nuova" sul territorio, è stata notata dagli investigatori.

L'attentato terroristico commesso a Nizza nel 2016 è costato la vita a 86 persone, di cui sei italiane. Nel giorno della festa nazionale francese, Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, 31 anni, nazionalità francese ed origine tunisina, si era messo alla guida di un camion scagliandosi contro i pedoni per quasi due chilometri, fino a che gli agenti non hanno fermato la sua corsa omicida. A rivendicare la paternità dell’attentato il giorno successivo è stato lo Stato islamico.

GUARDA ANCHE: Congo, morto in un attacco l'ambasciatore italiano Luca Attanasio

GUARDA ANCHE: Parigi, sparatoria fuori dall'ospedale: un morto e un ferito. Un regolamento di conti?