Terroristi arrestati in Francia, Bergamin e Ventura si costituiscono

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Luigi Bergamin, ex militante dei Proletari armati per il comunismo (Pac), si è costituito questa mattina a Parigi. Bergamin, uno dei tre terroristi sfuggiti ieri alla cattura della polizia francese, si è presentato con il suo avvocato alla Corte d'appello della capitale. Anche Raffaele Ventura, sfuggito anche lui ieri alla cattura, si è costituito alla giustizia francese. Lo si apprende da fonti giudiziarie.

Il 22 luglio del 2008 Bergamin è stato colpito da un ordine di esecuzione emesso dalla procura di l'espiazione della pena residua di 16 anni, 11 mesi e 1 giorno di reclusione. Pena inflitta con 6 sentenze di condanna definitive per banda armata e istigazione alla commissione di attentati contro l'integrità dello Stato, detenzione e porto illegale di anni, rapina aggravata, furto aggravato, associazione per delinquere e omicidio aggravato.

Bergamin, compagno di lotta di Cesare Battisti nei Pac, è stato condannato anche per l’omicidio dell'agente della Digos di Milano Andrea Campagna (avvenuto a Milano il 19 aprile del 1979), del maresciallo degli Agenti di Custodia Antonio Santoro (consumato a Udine il 6 giugno del 1978), e del macellaio di Mestre Luigi Sabbadin (ucciso il 16 febbraio 1979 a Santa Maria di Sala, Venezia).