Dose booster Pfizer e Moderna per vaccinati con Sputnik. E arriva green pass

·2 minuto per la lettura

Chi ha ricevuto all'estero il vaccino Sputnik, può ricevere una dose booster Moderna e Pfizer. In questo modo, ha anche diritto al green pass in Italia. Nell'ambito della campagna vaccinale anti Covid, secondo una circolare del ministero della Salute, "i soggetti vaccinati all'estero con un vaccino non autorizzato da Ema", l'Agenzia europea del farmaco, "possono ricevere una dose di richiamo con vaccino a mRna nei dosaggi autorizzati per il 'booster' (30 mcg in 0,3 ml per Comirnaty di Pfizer/BioNTech; 50 mcg in 0,25 ml per Spikevax* di Moderna), a partire da 28 giorni e fino a un massimo di 6 mesi (180 giorni) dal completamento del ciclo primario".

"Il completamento di tale ciclo vaccinale integrato - si legge - è riconosciuto come equivalente ai sensi dell'art. 9, comma 1, lett. b) del decreto legge 22 aprile 2021 n. 52, convertito con modificazioni dalla legge 17 giugno 2021, n. 87", ossia la normativa in materia di Green pass.

"Superato il termine massimo di 6 mesi dal completamento del ciclo primario con vaccino non autorizzato da Ema, così come in caso di mancato completamento dello stesso - si precisa nella circolare - è possibile procedere con un ciclo vaccinale primario completo con vaccino a mRna, nei relativi dosaggi autorizzati".

"E' di oggi la circolare del ministero della Salute, che fa tesoro di una indicazione di Aifa arrivata nella serata di ieri e che autorizza per le persone che hanno completato il ciclo vaccinale" anti Covid "con vaccini non riconosciuti da Ema la somministrazione di una dose booster con un vaccino a mRna - ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza - La circolare prevede che, se la dose booster arriva entro 6 mesi oppure dopo 28 giorni dal completamento del ciclo vaccinale con un vaccino non approvato da Ema, c'è una equipollenza e un decreto legge vigente prevede che si può avere il Green pass".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli