Terza dose: dopo quanti mesi farla? Serve la prenotazione? Le cose da sapere

·5 minuto per la lettura
(Photo: Donato Fasano via Getty Images)
(Photo: Donato Fasano via Getty Images)

Prosegue la campagna vaccinale per la somministrazione delle terze dosi. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato che dal 1 dicembre 2021 la terza dose sarà disponibile anche per chi ha tra 40 e 60 anni di età e che chiederà l’obbligo del ‘booster’ per i sanitari. Poi l’intenzione potrebbe essere quella di ampliare la platea fino alla maggiore età. Ma a quanti mesi di distanza va fatta la terza dose? E quali vaccini vengono somministrati? Serve la prenotazione? Ecco tutto quello che c’è da sapere sulle terze dosi.

Chi può fare la terza dose?

La terza dose di vaccino è raccomandata, per il momento, per tutti gli over 60, per le persone fragili anche sotto i 60 anni (se maggiorenni), per gli immunodepressi e per il personale sanitario e gli ospiti delle Rsa.

A quanti mesi di distanza dalla seconda dose si può fare la terza?

Gli immunodepressi possono richiederla già 28 giorni dopo il completamento del ciclo vaccinale. Tutte le altre categorie possono richiederla solo dopo sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale.

Quali vaccini vengono somministrati per la terza dose?

Pfizer o Moderna. A prescindere dal vaccino utilizzato per il primo ciclo vaccinale, si usa come ‘booster’ esclusivamente uno dei due vaccini a m-Rna. Nel caso in cui venga somministrato Moderna, per il richiamo è sufficiente una dose dimezzata.

Chi ha già fatto la terza dose di vaccino anticovid?

In Italia, il booster è stato ricevuto finora da circa 2,4 milioni di italiani. Secondo i dati forniti da Speranza, “siamo all′86,6% delle persone che hanno avuto la prima dose e all′83,7% di persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Dobbiamo insistere ogni singolo vaccino in più ci permette di avere un scudo in più”, ha detto il ministro.

Cosa deve fare chi si è vaccinato con Johnson & Johnson?

Questi soggetti possono fare la terza dose da subito, a patto che siano passati sei mesi dalla somministrazione del monodose. In questo caso riceveranno un richiamo con Pfizer o Moderna.

Chi ha completato il primo ciclo di vaccinazione con un’eterologa (in Italia Astrazenaca in prima dose e un vaccino Rna come seconda) cosa deve fare?

I vaccini utilizzati per la terza dose sono sempre a Rna e vale sempre la regola dei sei mesi dall’ultima somministrazione, ma i soggetti devono comunque rientrare nelle categorie sopra menzionate.

Cosa deve aspettarsi chi ha ricevuto vaccini non autorizzati da EMA, come Sinovac e Sputnik?

Questi soggetti possono ricevere una dose di richiamo con un vaccino a mRna, quindi Pfizer o Moderna, a partire da 28 giorni e fino a un massimo di sei mesi dal completamento del primo ciclo vaccinale. Superato il termine massimo di sei mesi si può procedere con un ciclo vaccinale primario completo con vaccino a mRna.

Serve la prenotazione?

Dipende dalla regione in cui ci si trova. In Valle d’Aosta c’è una convocazione diretta da parte della Usl, la terza dose non è prenotabile online. Anche in Basilicata non è necessaria la prenotazione: basta presentarsi negli hub vaccinali. È possibile richiedere la terza dose anche ai medici di famiglia che hanno aderito alla campagna vaccinale. In Campania i cittadini possono presentarsi direttamente agli hub vaccinali, senza bisogno di prenotare. In tutte le altre regioni italiane è possibile prenotare la terza dose online.

In Lombardia si può prenotare in farmacia o sulla piattaforma dedicata, al call center, postamat e presso i portalettere. In Abruzzo, ci si può prenotare sulla piattaforma Poste, al numero verde 800009966, presso uno degli sportelli Postamat, o attraverso il palmare di uno dei portalettere. In Calabria il booster è prenotabile nelle farmacie oppure attraverso la piattaforma Poste. In Liguria è possibile prenotarsi online o agli sportelli Cup di Asl/Aziende ospedaliere, le farmacie che effettuano il servizio Cup, il numero verde 800 938 818. In Emilia Romagna la terza dose si farà negli hub vaccinali o presso il medico di famiglia. In Friuli Venezia Giulia si può prenotare la terza dose al Cup, nelle farmacie abilitate, tramite il call center regionale o WebApp. Nel Lazio presso i medici di famiglia, le farmacie e i punti di somministrazione attraverso la piattaforma di prenotazione. Gli over 80 vaccinati a domicilio saranno ricontattati dalle Asl. In Molise dal 28 ottobre si può prenotare la terza dose sul portale regionale anche da parte degli operatori sanitari e socio sanitari delle strutture private. Nelle Marche, oltre alle prenotazioni sul sito dedicato o al numero verde, sono attive le modalità di prenotazione di Poste Italiane. In Piemonte per prenotare è attivo il sito www.ilpiemontetivaccina.it. I soggetti affetti da patologie gravi saranno invece vaccinati dal proprio medico di famiglia, a chiamata diretta senza prenotazione.

Nella Provincia autonoma di Bolzano gli appuntamenti per la vaccinazione possono essere prenotati nei centri vaccinali online, attraverso il portale SaniBook (www.appcuppmobile.civis.bz.it). Nella Provincia autonoma di Trento, invece, le prenotazioni sono gestite al Cup online dell’Azienda provinciale per i soggetti fragili e agli over 80, mentre gli ultra fragili vengono invitati alla vaccinazione via sms. Anche in Puglia la terza dose è prenotabile in farmacia o online attraverso la piattaforma www.lapugliativaccina.regione.puglia.it o tramite gli sportelli Cup per cittadini over 60, personale sanitario e persone in condizioni di estrema fragilità.

In Sardegna ci si prenota tramite la piattaforma online, presso i Postamat, tramite il call center 800 009966 e tramite i Portalettere per cittadini over 60, personale sanitario e persone in condizioni di estrema fragilità. In Sicilia le prenotazioni sono gestite mediante il portale https://www.siciliacoronavirus.it. In Toscana gli over 80 possono prenotare la terza dose anche dal medico di medicina generale. Chiamata diretta per trapiantati e immunocompressi. In Umbria è attiva la piattaforma online per le prenotazioni (www.emergenzacoronavirus.regione.umbria.it), ma si può ricevere il booster anche tramite le farmacie accreditate. Gli operatori sanitari, invece, vengono vaccinati prioritariamente presso l’ospedale di appartenenza. In Veneto, infine, la terza dose è prenotabile online attraverso la piattaforma www.vaccinicovid.regione.veneto.it oppure telefonicamente chiamando il call center 800 462 340.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli