Terza dose, governatore lombardo: "Possiamo iniziare a fine settembre"

·1 minuto per la lettura
Fontana sulla terza dose in Lombardia
Fontana sulla terza dose in Lombardia

Regione Lombardia è pronta a partire con la campagna di somministrazione della terza dose di vaccino. I primi a ricevere il richiamo saranno, come previsto dal piano nazionale, i soggetti fragili. “Se poi sarà necessario estenderlo a tutta la popolazione, siamo pronti“, ha aggiunto.

Fontana sulla terza dose in Lombardia

Ad annunciarlo è stato il governatore Attilio Fontana durante la trasmissione Morning News in onda su Canale Cinque. La sua regione, ha spiegato, è pronta ad iniziare questa fase nel rispetto delle indicazioni che giungono da Roma. Come data di avvio ha citato il 20 o il 21 settembre, giocando d’anticipo rispetto a quanto annunciato dal governo centrale che aveva parlato di ottobre.

L’amministrazione dovrà anche combinare questa campagna con quella antinfluenzale, dato che spesso coinvolgerà gli stessi soggetti. Da indicazioni precedenti il periodo di tempo che dovrebbe passare da un vaccino all’altro è di 15 giorni, ma sono attesi dettagli più precisi dal Ministero della Salute.

Fontana sulla terza dose in Lombardia: chi ha la precedenza

Secondo quanto appreso dall’assessorato al Welfare, i cittadini potranno ricevere la terza dose di vaccino in uno dei grandi hub provinciali (ne rimarrà uno per ogni provincia). In una nota viene poi precisato che si inizierà dai pazienti trapiantati di organo solido e di cellule staminali ematopoietiche e si proseguirà con le altre categorie di pazienti immunocompromessi, come i pazienti in chemioterapia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli