Terza dose per giovani e soggetti sani: l'annuncio di Locatelli

·1 minuto per la lettura
Terza dose per giovani e soggetti sani: l'annuncio di Locatelli (Getty)
Terza dose per giovani e soggetti sani: l'annuncio di Locatelli (Getty)

Mentre in Italia continuano le somministrazioni della terza dose di vaccino anti Covid alle categorie più esposte, sono in molti a chiedersi se riceveranno oppure no la dose "booster" del siero. Sulla questione è intervenuto il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Franco Locatelli: "Per quello che riguarda i soggetti sani e giovani è tutto fuorché scontato che si debba andare verso una terza dose".

GUARDA ANCHE - Vaccino e Covid, cosa fare se ti ammali dopo la prima dose?

"Non dimenticandoci - ha ricordato Locatelli - che abbiamo una situazione mondiale globale per cui è importante riuscire a dare copertura per quei Paesi a basso e medio reddito dove la campagna vaccinale è imparagonabilmente più bassa in termini di coloro che hanno ricevuto l'immunizzazione" rispetto al nostro Paese.

Per il momento le categorie interessate sono gli over 80, il personale e gli ospiti dei presidi residenziali per anziani e ancora dopo i sanitari che hanno più di 60 anni o patologie.

"Le vaccinazioni anti covid e influenza - ha aggiunto Locatelli - vanno almeno proposte assieme, poi da un punto di vista logistico-organizzativo è una questione che va maggiormente gestita a livello di dipartimenti di prevenzione delle aziende sanitarie territoriali".

GUARDA ANCHE - Vaccino Covid agli adolescenti: qual è il rischio?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli