Terza dose vaccino, Galli: "Non sarà l'ultima"

·1 minuto per la lettura

La terza dose di vaccino covid non sarà l'ultima. Lo dice all'Adnkronos Salute Massimo Galli, già direttore di Malattie infettive all'ospedale Sacco di Milano, nel quadro dell'epidemia covid in cui è salita alla ribalta la variante Omicron anche in Italia. "Mi sento di dire, anche se mi spiace dirlo, che in una situazione in cui in un anno abbiamo avuto tre diverse varianti che hanno preso la scena, l'ultima delle quali molto diversa dal virus sul quale sono stati realizzati i vaccini, la terza dose non sarà l'ultima dose necessaria", dice Galli.

Quanto è accaduto "mi porta a pensare - sottolinea l'esperto - che la faccenda evolverà in una situazione in cui periodicamente toccherà ripetere, se non cambiano le cose, una vaccinazione impostata magari con nuovi vaccini mirato sulla variante predominante, un po' sul modello influenza".

Un richiamo una volta all'anno con gli aggiornamenti del vaccino? "E' una delle possibili ipotesi che penso debbano essere considerate. Ma se ci fossero stati dubbi" sulla necessità di un adeguamento dei vaccini "penso siano stati fugati da questa variante Omicron che ha 32 mutazioni rispetto al virus di Wuhan e che giustificherebbe da sola che venga messo in piedi un nuovo vaccino", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli