Terza inchiesta sulla morte di Marco Pantani

·1 minuto per la lettura
1998 Tour winner Italian Marco Pantani rides in the pack during the 203,5 kms 8th stage of the Tour de France cycling race from Limoges to Villeneuve-sur-Lot July 8.

JNA/CLH/ (Photo: Reuters Photographer via Reuters)
1998 Tour winner Italian Marco Pantani rides in the pack during the 203,5 kms 8th stage of the Tour de France cycling race from Limoges to Villeneuve-sur-Lot July 8. JNA/CLH/ (Photo: Reuters Photographer via Reuters)

È stata riaperta per la terza volta l’inchiesta sulla morte di Marco Pantani, il campione di ciclismo trovato cadavere il 14 febbraio 2004 nel residence Le Rose di Rimini.

Si tratta di un fascicolo per omicidio, contro ignoti, aperto dopo l’invio dell’informativa della commissione parlamentare antimafia alla Procura riminese, nel 2019. Lo riportano quotidiani locali e la notizia è confermata all’agenzia di stampa Ansa dall’avvocato Fiorenzo Alessi, difensore della famiglia Pantani.

Nel 2016 l’inchiesta bis fu archiviata e l’omicidio escluso. Recentemente la madre del Pirata, Tonina Belletti, è stata sentita in Procura.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli