Tesla Cybertruck: scheda e recensione del nuovo Pick-up elettrico

Tesla Cybertruck

Tesla si migliora ancora grazie al suo nuovo modello, il Cybertruck. L’azienda statunitense è rinomata proprio per il suo grande impegno nel settore elettrico. La sua specialità è la creazione di modelli “tradizionali” che però siano dotati di motore che vada a elettricità. Il suo obiettivo è quello di progettare vetture sostenibili ma perfette in termini di prestazioni e di potenza, un impronta futuristica che va a ricongiungersi con il modello classico di auto.

Tesla Cybertruck 2021

Questa volta, l’azienda californiana ci prova con un pick-up, ovviamente elettrico. Tesla, proponendo questo progetto, va a rischiare molto perchè si sa, chi acquista un pick-up ha aspettative alte in termini di potenza “bruta”. Inoltre, la concorrenza non manca in questo settore, soprattutto nei modelli a benzina.

Cybertuck: ritorno al futuro

L’idea di progettare un pick-up che sia completamente elettrico è già di per sè un progetto ambizioso ed oseremmo dire futuristico. Elon Musk ha infatti dichiarato che l’ispirazione per Tesla Cybertruck gli è venuta mentre cercava di andare incontro all’avanguardia. Il primo pick-up elettrico di Tesla è nato così con un look futuristico ma che non ha paura di riprendere il tema adorato nei pick-up tipicamente made in USA.

Alla fine Elon ha trovato la giusta via d’incontro guardando un film di fantascienza. Di quale si poteva trattare se non di “Ritorno al Futuro”? La versione di Elon Musk è un pick-up futuristico che ha una carrozzeria squadrata realizzata in acciaio ultraresistente. Vanta inoltre di un’autonomia di 800 km.

Presentata ufficialmente la Tesla Cybertruck

Durante la presentazione in California, Cybertruck ha brillato proprio grazie alla sua linea compatta. Il modello è unico nella sua specie e non ha niente a che fare con niente che voi abbiate già visto nell’ambito delle auto con cassone, che siano motorizzati elettricamente o meno.

Tesla Cybertruck “Bulletproof”

Audace nelle intenzioni, unico nello stile e ultra resistente. Tesla fa di questo pick-up un vanto per quanto riguarda l’ambito della sicurezza e della resistenza.

tesla pick up 2020

Questa auto è stata non a caso realizzata interamente in acciaio ultra resistente. La scelta di questo materiale protegge il veicolo non solo da graffi e qualche “botta” accidentale ma perfino martellate e… proiettili. Tesla Cybertruck si è guadagnato l’appellativo “Bulletproof” perchè ha resistito contro una pallottola da 9mm.

Anche i vetri sono stati progettati in maniera sicura e resistente, però dobbiamo dire che i risultati sono stati lontani da quelli sperati durante lo show di presentazione.

Scheda tecnica e tre versioni

Quello che ha impressionato maggiormente della scheda tecnica è l’accelerazione, che arriva da 0 a 100 in appena 1,9 secondi. Per quanto riguarda le versioni, già la base offre un’autonomia di 400 km ma il pick-up più avanzato raddoppia il percorso.

Parliamo di comodità di guida: di Cybertruck hanno detto che “fa le curve come sui binari“, ovvero vanta sospensioni pneumatiche adattive che risultano ideali nelle curve abbassandone l’assetto per rialzarlo fino a 40 cm quando si viaggia su terreni difficili.

Il carico che questa auto può sopportare è di 1,58 tonnellate per tutte le versioni mentre il motore varia. Una versione ha un solo motore elettrico a trazione posteriore, un’altra ne conta due di elettromotori per una trazione integrare e si arriva a un’altra integrale che ha ben tre motori elettrici.

Date release e costi

Il prezzo di Tesla Cybertruck è in dollari, nonostante l’Italia abbia già la possibilità di ordinarne un esemplare con soli 100 euro di anticipo. La monomotore parte dai 39.000 dollari, la due motori invece parte da 49.000 dollari per un’autonomia di 402 km. Andiamo al modello trimotore: il top di gamma costa 69.000 dollari traducibili in 63.000 euro ma vanterà un’autonomia di 800 km.

interni tesla cybertruck

La data di inzio produzione preannuncia una lunga attesa: le versioni monomotore e bimotore inizieranno ad essere prodotti nel 2021, per la trimotore aspetteremi il 2022.