Tesla pronta ad accettare pagamenti per auto e ricariche in criptovaluta

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Entro qualche mese Tesla sarà pronta per accettare pagamenti in criptovaluta per l'acquisto di un'auto, la ricarica alle colonnine, gli interventi di manutenzione ed i pacchetti di accessori opzionali ordinabili tramite aggiornamenti software over-the-air. Il produttore statunitense di veicoli elettrici ha infatti deciso di puntare sulla moneta virtuale e ha già investito 1,5 miliardi di dollari per acquistare circa 35 mila Bitcoin. L'operazione ha portato ai massimi storici il valore della criptovaluta, che ieri ha superato i 44mila dollari, con una crescita di oltre il 32% rispetto alla scorsa settimana.

Il CEO di Tesla Elon Musk - l'uomo più ricco al mondo, divenuto ormai un influencer globale - non ha mai nascosto il proprio interesse per le criptovalute e già in passato aveva pubblicato sui social il nome di alcune monete digitali, attirando subito nuovi investitori e facendone crescere immediatamente il valore. Nei giorni scorsi ha proseguito sulla linea pubblicando su Twitter l'hashtag #bitcoin e dichiarando che le monete digitali saranno le valute del futuro.

"Tesla è difficilmente considerata una società tradizionale, ma quando una delle più grandi aziende del mondo inizia a tenere Bitcoin nel suo bilancio come sostituto del contante, il mercato ne prende atto", ha scritto Paul Hickey di Bespoke Investment Group in una nota ai clienti. Una delle prime mosse di Tesla per scuotere lo status quo dell'industria automobilistica è stata quella di vendere direttamente ai consumatori. Questa decisione di tagliare fuori i concessionari rende più facile accettare una valuta digitale, dal momento che tutte le transazioni al dettaglio della società sono su Internet.