Tesla, Twitter ha deciso: Musk venda il 10%. Titolo giù del 5%

·1 minuto per la lettura
featured 1536409
featured 1536409

Milano, 8 nov. (askanews) – I titoli del costruttore di auto elettriche Tesla sono in calo di oltre 5% sul Nasdaq di Wall Street dopo che il numero uno della società Elon Musk ha chiesto ai suoi follower su Twitter se debba sbarazzarsi di una quota del 10% della società.

Al sondaggio, lanciato sabato sul social media tra i 62,5 milioni di seguaci del miliardario, hanno partecipato 3.519.252 utenti, il 57,9% dei quali ha risposto sì alla domanda post da Musk con un tweet: “Si parla molto di recente delle plusvalenze non realizzate come metodo di elusione fiscale, perciò propongo di vendere il 10% delle mie azioni Tesla. Siete d’accordo?”. Musk ha promesso di rispettare l’esito del sondaggio qualunque fosse.

A settembre Musk aveva detto a un convegno che l’aliquota marginale sui suoi redditi salirà oltre il 50% alla scadenza delle sue stock options e che avrebbe venduto presto. Al netto del verdetto di Twitter, Musk probabilmente avrebbe comunque cominciato a vendere le sue azioni in questi mesi, per non rischiare un salasso fiscale da 15 miliardi di dollari. Le sue opzioni scadono ad agosto 2022 ma per esercitarle deve pagare l’imposta sulle plusvalenze.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli