Tesoro Usa facilita accordo commercio: Cina non manipola più moneta -2-

Mos

Roma, 14 gen. (askanews) - Gli Usa avevano indicato la Cina come "manipolatrice della moneta" la scorsa estate, nel picco del conflitto sul commercio. "In estate la Cina aveva assunto passi concreti per svalutare la sua moneta, pur mantenendo consistenti riserve di cambio nonostate l'uso attivo di tali strumenti in passato. A quel tempo le autorità cinesi avevano ammesso di avere un ampio controllo sul tasso di cambio del renminbi (lo yuan). In agosto il Tesoro aveva determinato che, in base alla Legge del 1988, la Cina era "manipolatrice della moneta", si legge nel semestrale rapporto periodico che il Tesoro consegna al Congresso sulle politiche macroeconomiche e di cambio dei suoi 20 principali partner commerciali. (Segue)