Testa (Assoambiente): i rifiuti diventano sempre di più risorse

featured 1669313
featured 1669313

Rimini, 10 nov. (askanews) – Una corretta gestione dei rifiuti può fornire un contributo concreto alla soluzione del problema dell’autosufficienza energetica del nostro Paese e del caro materie prime. Attraverso il riciclo si possono risparmiare consumi energetici pari a quelli di 7 milioni di famiglie; grazie al trattamento dei rifiuti organici si può ottenere l’1,5% del fabbisogno nazionale di gas; con la valorizzazione energetica dei rifiuti si possono generare ingenti quote di energia elettrica, pari ai consumi medi di 2,6 milioni di famiglie. Lo ha ricordato il presidente di Assoambiente, Chicco Testa, a Ecomondo la fiera della transizione ecologica.

“I rifiuti stanno diventando sempre meno dei rifiuti e sempre più delle risorse – ha spiegato Testa -. Risorse da utilizzare prima di tutto con il riciclo. L’Italia già ricicla l’84% del totale dei suoi rifiuti, il che consente di risparmiare materie prime. Fra l’altro stanno arrivando settori, come le batterie delle auto elettriche e i pannelli solari, tutti prodotti che possono essere ben riciclati”. Risorse possono arrivare anche “attraverso la produzione di biogas e biometano dalla frazione umida dei rifiuti, quella che noi raccogliamo a casa nostra in maniera differenziata”. Infine “dalla combustione di una parte di rifiuti producendo energia elettrica e calore. Abbiamo calcolato che tutti insieme questo può garantire qualche punto percentuale del fabbisogno energetico italiano”.

Secondo il presidente di Assoambiente “serve una regia, serve una cultura del fare e non semplicemente la cultura delle chiacchere. Serve battere questa sindrome del ‘no’ a qualsiasi impianto che si traveste da motivazioni ambientaliste ma è esattamente il contrario. Però abbiamo un’imprenditoria vivace e ogni anno si fa qualche passo in avanti”.