Testimone picchia la sposa al matrimonio: divorzio dopo poche ore

testimone picchia sposa matrimonio

Steffan Wilson ed Erin Mason-George, avevano deciso di sposarsi in una località del Galles, giurandosi amore eterno. Ma ciò che è successo durante le celebrazioni, forse nessuno poteva prevederlo. Ed ha cambiato tutto. Il testimone dello sposo, nonchè fratello, ha picchiato la sposa proprio durante il ricevimento di nozze.

Tomos Rhydian Wilson, 29 anni, avrebbe perso la testa dopo che la cognata, avrebbe chiesto a lui e ad altri membri della sua famiglia, di andare a letto perché troppo ubriachi: le stavano rovinando la festa. Un’offesa troppo grande per il giovane, il quale ha reagito malissimo. Il 29enne ha attaccato due sorelle della sposa e poi la madre, prima di prendersela con la sposa. Infatti, avrebbe iniziato a gridare al fratello che non avrebbe mai dovuto sposarla. Poi l’avrebbe afferrata, gettandola in terra e trascinandola per il vestito per le scale.

Testimone picchia la sposa al matrimonio

La vicenda risale a Luglio 2019. Un amico della famiglia ha detto: “Il matrimonio era finito in un giorno, forse dev’essere un record”. Un altro ancora ha commentato: “Non erano nemmeno sposati abbastanza a lungo per divorziare, mi hanno detto che avevano chiesto l’annullamento”. Il punto più scioccante per la coppia è stato quando, secondo quanto riferito, Steffan ha deciso di tornare a casa con suo fratello, piuttosto che con la moglie Erin, anche dopo aver subìto il brutale attacco. “Lo sposo aveva una scelta da fare: o sua moglie o suo fratello e suo padre”, ha detto uno dei presenti.

Recentemente sono emersi alcuni dettagli della lite familiare dopo che il testimone è stato condannato per aggressione. Tomos dovrà svolgere 240 ore di lavoro non retribuito e anche a risarcire Erin, le sue sorelle e sua madre.