Thai Airways taglia del 30 per cento il suo management

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 feb. (askanews) - La compagnia di bandiera tailandese Thai Airways ha annunciato oggi che taglierà 240 posizioni manageriali come parte del suo processo di ristrutturazione dovuto alla bancarotta. Si tratta, in totale, del 30 per cento delle sue posizioni dirigenziali.

La Thai è in gravi difficoltà dal 2012, ma la pandemia Covid-19 ha dato un colpo ferale. L'annuncio dei tagli viene nell'imminenza della scadenza per la presentazione di un piano di ristrutturazione al tribunale fallimentare, perché sia sottoposto all'assemblea dei creditori della compagnia aerea.

"Il numero delle posizioni dirigenziali è stato ridotto da 740 a 500", ha spiegato la compagnia aerea in un comunicato. L'obiettivo dell'operazione sarà quello di "aumentare la sua efficienza organizzativa", portando i livelli gerarchici della compagnia da otto a cinque.

La data limite per la presentazione del pianio di ristrutturazione è il 2 marzo. Nello stesso mese dello scorso anno, il vettore ha presentato istanza al tribunale fallimetare tailandese.

La compagnia occupa 21mila dipendenti e ha dato avvio a un programma di esodi volontari dall'azienda. Il presidente e amministratore delegato Chansin Treenuchagron ha auspicato "cooperazione da parte di tutti, creditori e dipendenti".