Thomas Meikle aveva detto di essere a Siviglia e invece era a sbracciarsi in tribuna ad Hampden Park

Thomas sugli spalti "a Siviglia"
Thomas sugli spalti "a Siviglia"

Arriva dal Regno Unito la vicenda di un uomo che non va al lavoro ma viene inquadrato allo stadio per la Coppa di Scozia di calcio e che ora rischia il licenziamento. Thomas Meikle aveva detto di essere a Siviglia e invece era a sbracciarsi in tribuna ad  Hampden Park, dove è stato inquadrato senza pietà dalle telecamere. Galeotti furono i Rangers di Glasglw e la finale di Coppa di Scozia che si è disputata il 21 maggio scorso all’Hampden Park.

Viene inquadrato allo stadio e cade la scusante

I media spiegano che Thomas aveva inventato una scusa con i fiocchi: al suo capo aveva detto che non sarebbe rientrato perché costretto a restare ancora a Siviglia per questioni di lavoro. Non era vero e il tifoso era già in patria, dove aveva deciso di assistere alla sfida decisiva per il trofeo nazionale contro gli Hearts. Le cronache dicono che calcisticamente aveva goduto come un alce ma che umanamente era finito in un bel casino.

La Bbc fa il guaio e arriva il tweet

La troupe della BBC lo aveva infatti inquadrato in diretta e in Scozia e il suo capo era diventato idrofobo. In un tweet di questi giorni Meikle s’è detto stupito. Per cosa? Per l’avviso di licenziamento subito. “Non riesco a credere che i miei contratti siano stati rescissi perché ho detto a lavoro che ero ancora a Siviglia per poter andare alla finale della Coppa di Scozia… poi sono stato ripreso dalla tv e per me è finita“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli