"Thunberg persona dell'anno? Ridicolo, vada al cinema e si calmi". La risposta di Greta a Trump è esemplare

Giorgio Catania

“Teenager che lavora sul problema della gestione della sua rabbia. Attualmente sto uscendo per andare a vedere un vecchio buon film con un amico”. Con queste parole Greta Thunberg ha aggiornato il proprio profilo Twitter, replicando prontamente alle critiche espresse nei suoi confronti da Donald Trump.

Il presidente degli Stati Uniti sembra infatti non aver digerito la nuova copertina del Time, che incorona la giovane attivista come “persona dell’anno” per il 2019. “Veramente ridicolo”, ha infatti twittato Trump, “Greta dovrebbe lavorare sul suo problema di controllo della rabbia e poi andare a vedere un buon film di vecchia data con un amico! Calma Greta, calma!”

Il duello tra il presidente Trump e Greta Thunberg si arricchisce dunque di un ulteriore capitolo. Non è infatti la prima volta che i due si scontrano. Solo pochi mesi fa, a settembre, la paladina ambientalista si autodescriveva su Twitter come “una ragazza molto felice che aspetta con impazienza un futuro luminoso e meraviglioso”, rispondendo a distanza al tycoon che proprio così l’aveva definita in un tweet, ironizzando sul suo accorato discorso all’Onu sul clima.

Onu che, in occasione del vertice sul clima, era diventata la cornice di un simpatico siparietto in cui Greta fulminava con lo sguardo Trump, reo di non ascoltare le istanze ambientaliste e gli allarmi lanciati dai ragazzi di “Fridays for Future”. 

Continua a leggere su HuffPost