TikTok diventa il canale dei proclami dei vandali che promettono di rovinare l’estate in Riviera

Ora le baby gang "minacciano" Riccione
Ora le baby gang "minacciano" Riccione

Dopo le incursioni, le violenze e le maxi risse dei giorni scorsi adesso le baby gang minacciano Riccione: “A Peschiera ci siamo solo riscaldati”. Il social TikTok diventa il canale dei proclami dei vandali che promettono di rovinare l’estate in Riviera con un minaccioso “ora torniamo”. In molto video su TikTok compaiono messaggi con annesse foto di questo tono: “Peschiera del Garda è stata solo il riscaldamento, vedremo a Riccione come sarà”. Insomma, sono attesi e temuti nuovo raduni delle baby gang nella città dell’Emilia Romagna.

Adesso le baby gang minacciano Riccione

Proprio per questo motivo il questore di Rimini, Rosanna Lavezzaro, ha assicurato il pugno di ferro. Lo ha fatto soprattutto a seguito dei gravi episodi che si erano verificati lo scorso 2 giugno a Peschiera del Garda, città in cui bande di minorenni hanno vandalizzato e devastato alcune zone. Ma non solo: quella giornata di fuoco aveva fatto registrare rapine, pestaggi e le molestie sessuali ai danni di una decina di ragazze a bordo del treno che da Gardaland era diretto a Milano.

Guardia alta in tutte le città di vacanza

Dopo quella giornata terribile migliaia di minori avevano organizzato un secondo ritrovo a Peschiera del Garda per il giorno 4, un appuntamento che malgrado un rave non aveva dato esiti violenti. Il dato però è che con le nuove minacce e con i precedenti censiti in tutte le città vacanziere italiane si è deciso per un tempestivo aumento dei presidi delle forze dell’ordine. In particolare Riccione, per questo fine settimana ha innalzato sensibilmente i livelli di sicurezza e la Questura sta passando al setaccio i social network.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli