##Timmermans: nuovo Esecutivo Ue continuerà difesa stato diritto -2-

Loc

Bruxelles, 18 lug. (askanews) - Il vicepresidente della Commissione è molto criticato dai paesi dell'Europa centro orientale, e in particolare in Polonia e Ungheria, per il suo ruolo molto attivo nel criticare i tentativi di quei regimi "illiberali" (la definizione è del premier ungherese Viktor Orban) di erodere lo stato di diritto con attacchi continui all'indipendenza della magistratura, al pluralismo dei media, alla libertà accademica.

Proprio durante il Consiglio di oggi, Timmermans ha annunciato di aver inviato una nuova lettera a Varsavia, dopo la risposta insoddisfacente avuta alla prima missiva di aprile, chiedendo al governo Polacco di rivedere una riforma della giustizia che permette di comminare sanzioni disciplinari ai giudici, secondo modalità che configurano pesanti interferenze da parte del potere politico.

La risposta di Varsavia dovrà pervenire entro due mesi, e se anche questa volta sarà insufficiente, ha avvertito il vicepresidente della Commissione, verrà adita la Corte europea di Giustizia. La stessa Corte, recentemente, ha già dato ragione alla Commissione su un'altra questione riguardante un sistema discriminatorio di prepensionamenti dei giudici in Polonia. (Segue)