Tirocini e stage: la parola a Enrico Letta

Letta
Letta

Enrico Letta è stato presente a un incontro a Viterbo a sostegno della candidata sindaca Alessandra Troncarelli. In tale occasione, il segretario del Pd ha detto la sua su tirocini e stage, osservando alcuni difetti di queste attività che dovrebbero essere una porta d’accesso per i giovani nel mondo del lavoro. L’ex premier non si è risparmiato in critiche come: “Nel nostro Paese il primo lavoro per un ragazzo o una ragazza è indecente”. E ancora: “Noi ci dobbiamo prendere l’impegno che non ci saranno più stage o tirocini gratuiti. Mai più, non dobbiamo prendere in giro i ragazzi dicendo loro che il primo lavoro è una concessione”.

Enrico Letta su stage e tirocini: il salario minimo

Riguardo al salario minimo Enrico Letta ha affermato che sia “importante riuscire entro fine legislatura a dare un segnale. Il tema sta prendendo giustamente piede in tante economie simili alla nostre, è importante se facciamo un grosso passo in avanti. Entro la legislatura sarebbe l’ideale, altrimenti lo presenteremo dentro il progetto per le prossime elezioni”.

Pd ed elezioni

Sulle elezioni Enrico Letta ha spiegato: “Ottenere l’uno o il due per cento in più alle elezioni, non deve essere una questione di vita o di morte. Se noi prendiamo l’1% in più ma poi rimaniamo da soli e non abbiamo costruito un’alleanza – come è purtroppo accaduto nel passato, quando non siamo stati in grado di costruire una coalizione vincente – ottenere quell’1 o 2% in più non ti porta nulla e fa vincere le destre. Una volta che hai fatto vincere la destra, che hai portato Salvini o Meloni a governare il nostro Paese, anche se prendiamo il 10% in più, verremo sempre considerati come quelli che hanno consegnato il Paese alla destra”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli