Tirolo zona rossa, polizia e militari presidiano confini regione

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Circa 1.200 tra agenti di polizia e militari austriaci hanno iniziato a presidiare i confini del Tirolo, dichiarato dal governo 'zona rossa', per impedire la diffusione della variante sudafricana del coronavirus. Nella regione austriaca sono finora stati individuati 400 casi della variante, particolarmente contagiosa rispetto al virus originario. Si tratta, secondo il governo di Vienna, del più grande focolaio finora rilevato nell'Unione europea. A partire dalla mezzanotte, sarà possibile uscire dalla regione solamente esibendo un certificato di negatività al virus.

Le autorità hanno predisposto 44 posti di blocco sulle strade, negli aeroporti e lungo le tratte ferroviarie. Alcuni dei posti di blocco sono attrezzati con postazioni dove è possibile effettuare dei test rapidi.