Titolare di un bar violenta una dipendente

Violenza sessuale
Violenza sessuale

Un uomo di 39 anni, titolare di un bar di Potenza, ha violentato una sua dipendente. Dopo la violenza sessuale l’ha minacciata, dicendole che se lo avesse denunciato l’avrebbe licenziata.

Titolare di un bar violenta la sua dipendente e minaccia di licenziarla se lo denuncia

Un uomo di 39 anni, titolare di un bar di Potenza, ha violentato una sua dipendente, per poi minacciarla di licenziarla nel caso avesse parlato. “Stai zitta altrimenti perdi il lavoro” è stato il terribile avvertimento dell’uomo, che ha costretto la sua dipendente a non parlare, a non denunciarlo, altrimenti le avrebbe tolto lo stipendio. A riportare la notizia il giornale La Nuova del Sud.

Le minacce per evitare la denuncia

L’uomo ha cercato di costringere la donna a non parlare, con le minacce. Nonostante questo, lei ha trovato il coraggio di denunciarlo. L’uomo sta affrontando il processo in cui è stato rinviato a giudizio dal tribunale di Potenza, con l’accusa di violenza sessuale. La storia risale a quattro anni fa. Secondo l’accusa, il barista avrebbe afferrato la giovane stringendole i “polsi facendola girare di schiena e bsattendola con forza contro il frigorifero“, costringendola a subire atti sessuali. Dopo la violenza è andato avanti con le minacce, ma la giovane ha avuto la forza di opporsi, andando a denunciarlo.