Titoli Stato: Rivera, 'in 2022 più debito da rifinanziare ma emissioni in linea con 2021'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 20 dic. -(Adnkronos) – Grazie a un "effetto di compensazione" fra "l'atteso ulteriore miglioramento del fabbisogno con minore nuovo debito netto e maggiori scadenze da rifinanziare", entrambi intorno a 15 miliardi, la provvista sul medio-lungo termine da parte del Tesoro nel 2022 si manterrà "su livelli analoghi a quelli di quest'anno", che si chiude a quota 318 miliardi, e quindi "ancora superiori ai livelli" pre-crisi. Lo ha spiegato Alessandro Rivera, Direttore Generale del Tesoro, nel corso della presentazione delle Linee Guida sulla gestione del debito pubblico nel 2022. Il prossimo – ha aggiunto – "sarà un anno di transizione" anche se lo "guardiamo con ottimismo per diversi fattori di forza, da una posizione di cassa del Tesoro molto buona all'arrivo dei nuovi pagamenti dei prestiti Next Generation Eu".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli