Toccafondi: né nuovi insegnanti, né un euro in più per educazione civica

Luc

Roma, 1 ago. (askanews) - "Sono assolutamente favorevole al ritorno dell'insegnamento dell'Educazione Civica a scuola, ma quel che trovo inaccettabile è usare la scuola come strumento di propaganda. Perché è inutile fare un provvedimento e poi non dotarlo di alcuna risorsa per farlo funzionare come sta facendo il Governo". Così il deputato fiorentino Gabriele Toccafondi commenta la reintroduzione dell'Educazione Civica nel percorso scolastico.

"Il problema - aggiunge Toccafondi - è che, per chi ci governa, conta di più un titolo sul giornale che la formazione dei nostri ragazzi. Infatti la proposta del Governo è vuota: entra una nuova materia, ma non arriva né nuovi insegnanti specializzati in quella materia né sono previste risorse aggiuntive. Si tratta così di 33 ore di lezione che saranno fatte da professori di tutte le discipline, magari a turno, da decidere via via o all'inizio dell'anno. Una materia che sarà strumento di valutazione per gli studenti, ma i voti saranno decisi da un coordinatore che dovrà sentire tutti i docenti che durante l'anno hanno svolto le lezioni senza che sia prevista una formazione ad hoc per coloro che dovranno insegnare la materia".