Tokyo 2020, presidente Mori si dimette, si scusa per commenti sessisti

·1 minuto per la lettura
Yoshiro Mori, ex-presidente del comitato che organizza le Olimpiadi di Tokyo 2020

TOKYO (Reuters) - Yoshiro Mori, presidente del comitato che organizza le Olimpiadi di Tokyo 2020, si è dimesso scusandosi per i commenti sessisti che hanno suscitato polemiche in tutto il mondo, lasciando i Giochi olimpici senza una guida a cinque mesi dall'inizio.

"I miei commenti inappropriati hanno provocato grossi problemi. Mi dispiace", ha detto Mori, 83 anni, nel corso di una riunione del comitato.

Mori ha aggiunto che al momento la priorità è che i Giochi Olimpici di Tokyo siano un successo.

Le dimissioni giungono ad appena cinque mesi dall'inizio dei Giochi, rimandati di un anno, minando ulteriormente le certezze che gli organizzatori possano portare a termine l'evento nel bel mezzo di una pandemia.

Mori, ex premier giapponese, ha scatenato forti polemiche dopo aver detto, nel corso di una riunione del comitato di qualche settimana fa, che le donne parlano troppo.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)