Tokyo 2020, Zazzeri ha ritrovato la borsa rubata... mezza vuota

·1 minuto per la lettura
Lorenzo Zazzeri (Photo by Maddie Meyer/Getty Images)
Lorenzo Zazzeri (Photo by Maddie Meyer/Getty Images)

Il nuotatore Lorenzo Zazzeri, argento nella 4x100 stile libero alle Olimpiadi di Tokyo, ha ritrovato la famosa borsa rubata. 

Come lui stesso aveva fatto sapere, il borsone era stato scippato al suo rientro a Firenze, martedì 3 agosto. Il campione azzurro aveva lasciato l'auto davanti alla piscina di Bellariva, dove si era recato per festeggiare con compagni e amici, per poi ritrovare il vetro della vettura infranto e la borsa scomparsa. Dentro c'erano tutti i ricordi dell'avventura olimpionica in Giappone, ad eccezione della medaglia d'argento, che aveva al collo. 

VIDEO - Tokyo 2020, Zazzeri e il mistero della borsa rubata

Due giorni dopo l'incubo è finito, ma solo a metà, perché il borsone è stato ritrovato... mezzo vuoto. "Ragazzi ho ritrovato la borsa sotto un ponte in riva all'Arno, grazie all'aiuto di alcuni cittadini - ha scritto Zazzeri su Instagram - Ovviamente era praticamente vuota. Sono contento di aver ritrovato il gagliardetto e il mio pass gare. Sono dei bei ricordi". 

In un'intervista con La Nazione, l'azzurro ha spiegato che, dopo che un residente fiorentino gli ha segnato sui social che la borsa stava galleggiando nell'Arno, è scattata la mobilitazione della Canottieri Firenze che con una barca ha setacciato il fiume e trovato parte dei ricordi dell'Olimpiade.

GUARDA ANCHE - Quanto guadagnerà Jacobs dopo l'olimpiade?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli