Tom Cruise ha riacceso la corsa allo Spazio fra Russia e Usa

·1 minuto per la lettura
featured 1410690
featured 1410690

Milano, 1 lug. (askanews) – Tom Cruise ha riacceso la corsa allo Spazio fra Russia e Stati Uniti. 60 anni dopo Gagarin, cosmonauta e primo uomo in orbita, i russi vogliono di nuovo battere gli americani, portando il cinema fra le stelle.

Ad ottobre l’attrice russa Yulia Peresild e il regista Klim Shipenko partiranno a bordo della Soyuz, dal cosmodromo di Baikonur, per raggiungere la Stazione spaziale internazionale. La missione? Girare per la prima volta nella storia un film dello Spazio e farlo prima di Tom Cruise.

La star di “Mission impossible” ha annunciato da tempo l’accordo con la Nasa e Space X ma non ci sono ancora date precise.

L’attrice russa intanto da maggio ha cominciato l’intensa attività preparatoria necessaria prima del lancio, il prossimo 5 ottobre.

“Sono un essere umano, sono una donna, non sono una super eroina, certo che sarò spaventata. Ma qualcuno doveva farlo”, ha spiegato. “Non posso parlare per tutta la Russia – ha continuato – ma come persona normale voglio dire che non vogliamo essere solo i primi, ma anche i migliori. Vorrei fossimo i primi nello Spazio, nella Sanità, nell’educazione”.

Una nuova era spaziale ha inizio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli