Tom Hanks, un tremore anomalo allarma i fan

Tom Hanks, un tremore anomalo allarma i fan REUTERS/Sarah Meyssonnier
Tom Hanks, un tremore anomalo allarma i fan REUTERS/Sarah Meyssonnier

I fan di Tom Hanks sono preoccupati per la salute dell'attore, dopo che durante una conferenza stampa in Australia la star di Hollywood è apparsa incapace di controllare la mano destra, visibilmente tremante.

L'attore 65enne sta partecipando alla promozione del film biografico di Baz Luhrmann su Elvis, che vede lo stesso Hanks nei panni di Tom Parker, il manager del cantante.

VIDEO - Chi è Tom Hanks

Luhrmann, nato a Sydney, ha organizzato la prima australiana nella città della Gold Coast, 50 miglia a sud di Brisbane, dove si sono svolte le riprese.

Presente all'evento del 4 giugno Hanks e Austin Butler, 30 anni, che nella pellicola interpreta "The King".

A un certo punto della serata, secondo quanto riporta il sito wstpost.com, il protagonista di "Forrest Gump" ha preso la parola. "Non c'è posto migliore al mondo per girare un film che qui, sulla Gold Coast", ha dichiarato l'attore reggendo il microfono nella mano destra e tenendo la mano sinistra in tasca. Ma il due volte premio Oscar si è presto accorto che la mano ha iniziato a tremare, così ha tentato di controllarla mettendo la mano sinistra sotto la destra sotto il microfono.

Stanchezza o qualcosa di più serio? Al momento nessuna commento è arrivato da parte del diretto interessato, che nelle ultime ore ha invece fatto parlare di sé grazie ad alcune sorprendenti dichiarazioni, fra il cinico e l'autoironico, a proposito della triologia sul Codice Da Vinci. "Oh mio Dio, quella era un’impresa commerciale. Quei sequel su Robert Langdon sono un mucchio di balle. Il Codice Da Vinci era una cavolata", ha dichiarato l'attore al New York Times a proposito dei tre film "Il Codice Da Vinci" (2006), "Angeli e demoni" (2009) e "Inferno" (2016), diretti da Ron Howard e basati sui romanzi di Dan Brown, in cui Hanks interpretava il protagonista Robert Langdon.

LEGGI ANCHE: "Maradona è vivo", la misteriosa foto allo stadio

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli