Tomba di Mussolini, il sindaco di Predappio: “Incentiva il turismo”

tomba-mussolini

Sta facendo discutere in queste ultime ore la decisione di aprire in maniera permanente la tomba di Mussolini a Predappio voluta dal sindaco della città romagnola Roberto Canali. La proposta avrebbe da subito incontrato il favore degli stessi familiari di Benito Mussolini, che qualche anno fa decisero la chiusura della cripta di famiglia a causa della sua cattiva gestione. Secondo il sindaco, la riapertura permanente della tomba incentiverebbe il turismo nella cittadina.

La tomba di Mussolini a Predappio

Roberto Canali ha confermato la volontà di riaprire la tomba di Mussolini a Predappio mentre parlava della tradizionale apertura straordinaria di domenica 28 luglio, in cui si celebreranno i 136 anni dalla nascita del duce. Il sindaco ha motivato questa sua decisione con un fattore meramente economico, che vedrebbe un maggiore afflusso di turisti nella città forlivese con conseguenti maggiori guadagni per gli esercizi commerciali della zona. Canali infatti spiega: “Auspico che la riapertura della cripta, in futuro, sia permanente in modo da incentivare il turismo. Ormai qui, a parte le ricorrenze, sono rimasti solo i predappiesi”.

Canali tuttavia ricorda come il comune di Predappio non possa fare molto in questo caso, poiché la decisione sulla riapertura della tomba spetta alla famiglia Mussolini: “Come comune diamo tutta la nostra disponibilità. Per noi sarebbe auspicabile ma siamo solo spettatori di questa vicenda”.

Il benestare della famiglia Mussolini

Sulla possibilità che la tomba del duce venga riaperta si è però immediatamente detta favorevole la stessa famiglia Mussolini. L’ex europarlamentare Alessandra Mussolini ha infatti raccolto la proposta lanciata dal sindaco Canali: “Ci stiamo organizzando per aprirla e per fare accedere la gente che vuole visitarla, non solo le persone di famiglia, affinché possano entrare in piena sicurezza”.

In merito alla proposta si è espressa anche la discendente Rachele Mussolini, che sul proprio profilo Facebook parla inoltre dell’apertura straordinaria di domenica 28 luglio: “La riapertura della Cripta, in occasione della ricorrenza dell’anniversario della sua nascita, deve rappresentare un momento di raccoglimento degno di qualsiasi luogo di culto e pertanto svolgersi con educazione, rispetto, per la famiglia, per coloro che intendono rendere omaggio e per chi vi transita, anche solo per curiosità, fugacemente. Anche con la collaborazione del Sindaco di Predappio Roberto Canali stiamo cercando di tornare, come già accadeva, ad una riapertura fissa”.