Tonali: 'Al Brescia seguivo il Milan di nascosto e spesso ero a San Siro. Il Covid? Se si può, si deve giocare. Sul Rio Ave...'

·2 minuto per la lettura

Il centrocampista del Milan, Sandro Tonali, ha concesso un'intervista a Milan Tv invista della sfida di domani contro il Rio Ave valida per la qualificazione ai gironi di Europa League.

IL CAMPO - “Il 90% del calcio è dentro al campo se fai bene in campo non ha bisogno di niente, il resto è un qualcosa in più ma è più importante restare maggiormente concentrati sul campo e tenere anche una parte di testa a casa. Servono anche le parti mediatiche e social ma sono marginali.”

VERTICALIZZARE - “Il vento ha influito un po’ sulla nostra prestazione perchè comunque è difficile giocare così. Certe giocate fatte sono figlie del fatto che è sempre giusto andare avanti con il pallone, appena si può si verticalizza e cerchiamo di farlo il prima possibile.”

TIFO MILAN - “Anche quando giocavo a Brescia guardavo le partite del Milan e non c’è bisogno di dire che sia un milanista adottato perchè mi sono sempre sentito milanista. Negli anni scorsi sono venuto di nascosto a vedere qualche partita. Mi fa molto piacere essere qui”

KESSIE - "Dà il 100% e non si stanca mai. Dopo aver giocato una partita, ne potrebbe giocare un’altra. E’ un compagno di reparto che ti aiuta molto, ti sostiene molto e quindi giocare con Franck è importante perchè ti aiuta in tutto.”

IL RIO AVE - "Ci stiamo concentrando sul vincere la partita e fare una prestazione che sia convincente. Questa è la cosa che vogliamo tutti e sappiamo l’importanza del match. Ci siamo concentrati su Crotone, ora testa al Rio Ave con tutta la squadra.

SI DEVE GIOCARE - "Abbiamo visto nei giorni senza calcio che anche un giorno normale era un giorno triste. Si guardavano vecchie partite. Seguendo tutte le norme di sicurezza, se si può giocare si deve sempre giocare”

SOSTA E INFORTUNI - “Stanno rientrando tanti giocatori e questo è molto importante perchè avendo così tante partite è utile avere un grande gruppo. Abbiamo bisogno di tutti i giocatori al 100% e di restare uniti. Dobbiamo arrivare alla sosta in maniera positiva. Dopo il Rio Ave c’è una partita di campionato importante da vincere e che ci farebbe fare un grande passo avanti. In questo modo poi ci possiamo preparare al meglio per un’altra partita che stiamo aspettando molto."