Torino, Appendino: città ha invertito rotta in consumo suolo

Prs

Torino, 20 set. (askanews) - "E' necessario ripensare completamente la crescita dei contesti urbani. Noi abbiamo deciso di invertire la rotta, di togliere cemento e restituire aree libere ai cittadini, con meno sette ettari di suolo consumato". La sindaca di Torino, Chiara Appendino ha commentato i dati dell'Ispra, rivendicando il fatto che il capoluogo piemontese non solo è l'unica città "a saldo zero, ma ha addirittura invertito la rotta".

"La tutela dell'ambiente per questa Amministrazione e' una priorita' e passa anche dalla tutela del nostro terreno", ha rinarcato la sindaca di Torino, ricordando gli interventi dell'ammiistrazione da lei guidata: "le opere di stombatura della Dora e il recupero di alcune aree di cantiere a ridosso dell'Allianz Stadium.

Si è trattato di iniziative che hanno seguito la filosofia di "ristrutturare invece di costruire ex-novo, ottimizzare gli spazi esistenti invece di allargarsi in aree vergini, togliere cemento anziche' versarlo".

"Gli spazi verdi sono un bene comune da preservare affinche' tutte e tutti possano goderne", ha concluso Appendino.