Torino, arrestati 6 agenti penitenziaria accusati torture detenuti

Red/Apa

Roma, 17 ott. (askanews) - Si sarebbero resi protagonisti di torture e violenze nei confronti dei detenuti. Con questa accusa stamattina il nucleo investigativo centrale della Polizia Penitenziaria ha eseguito un'ordinanza, emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Torino, con la quale è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di 6 agenti di Polizia Penitenziaria, in servizio nel carcere "Lorusso e Cutugno" di Torino.

Il provvedimento, spiega la Procura in una nota, è stato emesso nell'ambito di un'attività d'indagine avente ad oggetto plurimi e gravi episodi di violenza commessi nel carcere di Torino, nel periodo aprile 2017 - novembre 2018, da parte di agenti penitenziari ai danni di persone detenute.

L'attività investigativa ha tratto origine da una segnalazione della Garante delle persone private della libertà personale del Comune di Torino, che era venuta a conoscenza di uno di quegli episodi in occasione di un colloquio con alcuni detenuti.

L'attività d'indagine, che riguarda non solo le persone oggi sottoposte a misura cautelare, ma anche altri soggetti indagati a piede libero, è ancora in corso ed è volta tanto ad accertare eventuali responsabilità penali di altri soggetti, quanto a verificare se ci siano stati altri episodi analoghi, oltre a quelli finora denunciati. L'applicazione delle misure cautelari si è dunque resa necessaria per evitare, in questa delicata fase, il pericolo di inquinamento probatorio.