Torino, arrestato uomo dopo aver accoltellato la moglie durante una lite

·1 minuto per la lettura
Lite domestica Torino
Lite domestica Torino

Le liti domestiche sono all’ordine del giorno e appaiono notevolmente aumentate a causa della condizione di isolamentoimposta dall’emergenza sanitaria in atto, causata dal coronavirus. Nel caso in cui esse degenerino, spesso a pagarne le conseguenze più estreme sono le donne, vittime di compagni violenti. In questa casistica, rientra la vicenda avvenuta in provincia di Torino nelle ultime ore.

Torino, tentato omicidio scaturito da lite domestica

Nella notte di giovedì 24 dicembre, un 48enne ha accoltellato all’addome la moglie 45enne nell’abitazione in via 24 Maggio di Lombardore, in provincia di Torino, nella quale si erano recentemente trasferiti.

Secondo le prime ricostruzioni effettuate dai carabinieri della compagnia Venaria Reale giunti sul luogo, gli eventi sarebbero stati causati dalla degenerazione di una lite domestica nata per futili motivi tra i due coniugi, entrami di origine rumena. L’argomento principale della discussione, sulla base delle testimonianze sinora raccolte dagli inquirenti che si occupano delle indagini, sarebbero state le critiche rivolte al marito da parte moglie inerenti al suo stato di ubriachezzaperenne.

L’intervento dei carabinieri è stato sollecitato da alcuni vicini della coppia che, nel cuore della notte, hanno sentito delle strazianti urla femminili.

Al momento, la donna è stata ricoverata presso l’ospedale di Cirié in condizioni critiche e prognosi riservata, a causa di un’importante emorragia interna provocata dall’accoltellamento. L’uomo, invece, è stato posto in stato di fermo e trasferito presto il carcere di Ivrea con l’accusa di tentato omicidio.