Torino, asportato tumore ovarico di oltre 70 kg alle Molinette

(Adnkronos) - Un tumore ovarico di oltre 70 kg è stato asportato nel corso di un intervento chirurgico all'ospedale alle Molinette di Torino. Lo fa sapere lo stesso nosocomio spiegando che è stata salvata una giovane donna. ''In letteratura non risulta nessun precedente di massa tumorale asportata di simile peso - fa sapere l'ospedale - Pesava più della stessa paziente e le riempiva tutta la pancia fino a salire ai polmoni tanto da non farla respirare''.

La donna è stata salvata grazie a un doppio intervento chirurgico, spiega in una nota l'ospedale Molinette sottolineando che ''ancora una volta la Città della Salute si contraddistingue per le sue eccellenze che permettono veri e propri 'miracoli' di questa entità''.

''Nelle scorse settimane una giovane donna è giunta in pronto soccorso all'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino con un quadro di insufficienza respiratoria provocata dalla presenza di una voluminosissima formazione espansiva addominale benigna - si legge nella nota dell'ospedale - La situazione era gravissima e la donna rischiava di morire per la compressione che l'addome determinava su polmoni ed organi addominali. La difficoltà respiratoria era tale per cui la paziente, intubata, è stata sottoposta a ventilazione meccanica, presso la Rianimazione del Pronto soccorso (responsabile la dottoressa Marinella Zanierato). La prima parte di intervento urgente è consistita nella aspirazione della porzione cistica della lesione, con raccolta complessiva di 52 litri di materiale liquido. L'intervento è stato effettuato dal dottor Ezio Falletto della Chirurgia d'urgenza 1 universitaria (diretta dal professor Mario Morino). Questo drenaggio delle cisti ha permesso di estubare la paziente e farle superare la prima fase critica per ragionare sul da farsi''.

''E' stata così effettuata la diagnostica mediante Tc, che ha evidenziato una voluminosa formazione espansiva addominale - prosegue la nota - Nei giorni successivi è stato effettuato un rischioso intervento chirurgico di frontiera di asportazione in blocco della neoformazione (cistoadenoma dell'ovaio) di circa 25 kg, effettuato dal dottor Francesco Moro della Chirurgia 2 universitaria dell'ospedale Molinette (diretta dal professor Renato Romagnoli). L'intervento è tecnicamente riuscito e dopo soli 4 giorni la giovane donna è stata trasferita dalla Rianimazione al reparto di chirurgia per poi essere a sua volta trasferita presso il reparto di Dietetica e Nutrizione clinica per la necessità di rimetterla letteralmente in piedi. Ora la paziente è stata dimessa al domicilio. Da sottolineare in particolare la collaborazione multidisciplinare tra i vari specialisti, in particolare coloro che fanno parte del Dipartimento di Chirurgia (diretto dal professor Mario Morino)''.