Torino, collega timbrava ingresso a lavoro: smascherati 2 impiegati Agenzia Entrate

Torino, 4 mag. - (Adnkronos) - Si faceva timbrare l'ingresso al lavoro dal collega di stanza mentre lui andava a fare delle commissioni. I due impiegati dell'Agenzia delle Entrate di Torino sono stati scoperti e arrestati dai carabinieri della Compagnia di Mirafiori su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del capoluogo piemontese che ne aveva disposto gli arresti domiciliari. Sono accusati in concorso di truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato.

L'indagine, coordinata dal pm Gabriella Viglione, era partita dopo la segnalazione dell'Agenzia torinese su alcuni ''comportamenti anomali'': secondo quanto documentato dagli investigatori tra ottobre 2011 e febbraio 2012 F.F., 45enne di Torino, faceva timbrare il suo badge dal collega, E.G. di 49 anni di Leini' (Torino), mentre lui andava a fare delle commissioni , probabilmente anche per conto della moglie, proprietaria di una palestra e di uno studio da commercialista in citta'.

Il 49enne, che ha finora negato ogni addebito, avrebbe anche smontato, dicendo poi agli addetti di averla trovata penzolante sul muro vicino alle timbratrici, la telecamera piazzata dagli inquirenti per monitorare le timbrature. Attualmente F.F. ha l'obbligo di firma ed E.G. l'obbligo di dimora.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno