Torino, dal primo febbraio vigilanza armata nei Pronto Soccorso

Prs

Torino, 17 gen. (askanews) - Tutti i Pronto Soccorso dell'Asl Città di Torino saranno dotati di servizio di Vigilanza Armata ventiquattro ore su ventiquattro. Lo ha disposto il Commissario Carlo Picco, dal prossimo primo febbraio.

In una nota si riferisce di "un incremento preoccupante dei fenomeni di aggressione nei confronti degli operatori sanitari e degli utenti, non più tollerabili".

Secondo quanto riferito dall'Asl, il Servizio Prevenzione e Protezione nel 2019 ha ricevuto dai dipendenti 87 segnalazioni di aggressione (verbale, fisica o comportamento minaccioso), contro le 67 dell'anno precedente (con un incremento del 30%).

"Dal 1 febbraio tutto il personale sanitario impegnato nei Pronto Soccorso lavorerà in condizioni protette e potra' gestire le emergenze in sicurezza, esprimendo il massimo della professionalita', con riflessi positivi anche sull'assistenza e sulla cura. - ha dichiarato Carlo Picco - Oltre alla vigilanza armata, sempre al fine di potenziare la sicurezza degli ambienti di lavoro, stiamo rivedendo e potenziando i servizi di video-sorveglianza, nel rispetto della normativa in tema di privacy."